EXPOdetergo International 2022, le novità del digitale a supporto del business

0
371

Intervista a Paolo Pizzocaro, Exhibition Director dell’evento fieristico di ottobre

L’appuntamento con EXPOdetergo International 2022 si avvicina: tra otto mesi – dal 21 al 24 ottobre – Fiera Milano accoglierà il meglio delle tecnologie e dei prodotti per il lavaggio e la manutenzione dei tessili, con una proposta altamente tecnologica, caratterizzata esclusivamente da macchine e linee nuove e sintetizzata da tre concetti che ci accompagneranno nei prossimi mesi: sostenibilità, garanzia di igienicità e digitalizzazione. In attesa di scoprire le novità che troveremo in fiera, abbiamo intervistato Paolo Pizzocaro, Exhibition Director della manifestazione, per essere aggiornati sulle modalità di visita, ma anche sui nuovi servizi digitali che Fiera Milano mette a disposizione di visitatori ed espositori.

Pizzocaro, la situazione contingente impone per i grandi eventi nuove attenzioni in termini di sicurezza. Ci racconta come si è organizzata Fiera Milano?
Per garantire a visitatori ed espositori la partecipazione in totale sicurezza, Fiera Milano ha elaborato ormai da tempo un Protocollo per il contenimento della diffusione del nuovo coronavirus, che viene costantemente aggiornato, nel pieno rispetto delle regole valide in quel momento a livello nazionale. Ad oggi, secondo le indicazioni governative, per accedere alle fiere bisogna essere in possesso di Super Green pass e indossare la mascherina. Abbiamo naturalmente intensificato le attività di pulizia, ma saranno soprattutto i servizi digitali a fornire un valido aiuto in termini di sicurezza e semplificazione delle procedure: sarà incentivata la registrazione online e grande supporto verrà dal digital signage, la nuova infrastruttura tecnologica composta da 80 ledwall ad alta risoluzione, utili per dare informazioni live sull’evento in corso. Una heatmap permetterà la geolocalizzazione all’interno del quartiere, monitorando flussi e percorsi nei padiglioni, mentre la App di quartiere consentirà di accedere a una serie di servizi quali wayfinding, fast track, o anche l’acquisto dei parcheggi o del pasto. Un protocollo che è stato già testato con successo in occasione dei numerosi eventi che abbiamo realizzato da settembre a oggi, che si sono svolti tutti nel rispetto delle regole e con piena soddisfazione di espositori e visitatori. Piccole semplici regole che ci permettono di recuperare il valore aggiunto di fare business “dal vivo”, parlandosi senza il filtro di uno schermo.

Ci parlava delle fiere che si sono svolte recentemente. Come è andata? Cosa possiamo aspettarci per EXPOdetergo International?
In Fiera Milano da settembre a dicembre scorso abbiamo avuto 31 fiere: un numero eccezionale, legato all’esigenza di riposizionare nel calendario eventi che avevano subito uno slittamento. Eventi di settori diversi, ma accomunati da una cifra comune: la grande affluenza di pubblico, superiore alle aspettative, e la tanta voglia di tornare a incontrarsi. Da quello che sento dalle aziende e dai rappresentanti del mercato, anche il mondo della lavanderia è in attesa del “suo” evento, per cui sono certo che EXPOdetergo International vivrà lo stesso fermento. Da parte nostra l’impegno è mettere a disposizione di chi verrà a visitare una piattaforma completa, che unirà business, aggiornamento, confronto, fondamentale in un momento in cui il mercato sta elaborando nuove sensibilità e competenze. Pensiamo solo alle macchine connesse, alla manutenzione da remoto, ai nuovi obiettivi in termini di sostenibilità: cogliere e cavalcare questi cambiamenti è fondamentale oggi per restare competitivi e offrire un servizio in linea con le richieste di un consumatore sempre più attento ed esigente.

Il digitale è uno degli strumenti che maggiormente in questi due anni ha supportato tutti i business e ci ha fatto scoprire anche numerose opportunità. Ci sono novità su questo fronte in relazione alla fiera?
Se c’è un’eredità positiva che questi due anni ci hanno lasciato, è la presa di coscienza dell’importanza del digitale, inteso non come sostitutivo dell’incontro di persona, ma come strumento che permette di amplificare le esperienze e di moltiplicarne il valore nel tempo.

Una delle grandi novità in questo senso per gli espositori e i visitatori di EXPOdetergo International sarà Expo Plaza. Si tratta, se vogliamo, di un catalogo 4.0, attivo tutti i giorni dell’anno, dove l’espositore potrà caricare la propria descrizione aziendale, ma anche i prodotti di punta, le case history che lo rappresentano, video e informazioni che ritiene siano utili per i propri clienti. Expo Plaza è inoltre uno strumento interattivo, che consente di dialogare direttamente con gli operatori del settore. Insomma, la partecipazione alla fiera permette continui rimandi tra momento fisico e confronto digitale, ottimizzando l’investimento e moltiplicando nel tempo le opportunità di contatto.

COME FUNZIONA EXPOPLAZA?

  • Scheda espositore: una vera e propria vetrina digitale, personalizzabile anche graficamente, con la possibilità di inserire prodotti, documenti (brochure, schede tecniche, etc.), ma anche storie, video e profili social, che completano il racconto della propria azienda o delle innovazioni presentate.
  • Eventi: gli appuntamenti e i webinar realizzati dall’espositore durante la fiera.
  • Open agenda: permette di fissare e gestire una agenda di incontri, sia in presenza, in manifestazione, che direttamente online
  • Chat: un modulo dinamico che consente a espositori e potenziali clienti di entrare in contatto diretto, per una relazione ancora più costante ed estesa
  • Area riservata: previo accesso attraverso Fiera ID, la propria identità digitale in Fiera Milano, permette di aggiornare i contenuti, accettare gli appuntamenti, gestire le agende